REGIONE LAZIO. FORMAZIONE LISTE CIRCONDARIALI AVVOCATI FIDUCIARI PER DOMICILIAZIONE

AVVISO

Per la formazione di liste di Avvocati domiciliatari e sostituti di udienza per contenzioso della Regione Lazio

La Regione Lazio pubblica il presente avviso per acquisire la disponibilità di giovani professionisti avvocati per svolgere incarichi di domiciliazione e/o sostituzione in udienza presso taluni Uffici giudiziari del distretto e per posti limitati, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n. G15189 del 26 novembre 2018. CON_DD_G15189_26_11_2018

Oggetto dell’attività All’avvocato inserito nella Lista Circondariale può essere affidata, con riferimento ad un singolo affare contenzioso, l’attività professionale di domiciliazione legale e di sostituzione degli avvocati regionali nelle udienze di causa.

Il compenso è fissato, di volta in volta, in misura non superiore al 20% dell’importo previsto dai parametri forensi approvati con D.M. per le fasi processuali che lo stesso domiciliatario ha effettivamente seguito (oltre accessori di legge), corrisposto solo ad avvenuta definizione del singolo affare affidato.

L’importo compensa in via omnicomprensiva l’intera attività professionale, nonché ogni spesa viva sostenuta a qualsiasi titolo per l’esecuzione dell’incarico, quali ad esempio quelle per viaggio, fotocopie, telefono, corrispondenza e posta.

La quantità massima di affari conferibili annualmente a ciascun domiciliatario è stabilita in numero di 30.

Le liste circondariali avranno una efficacia temporale di tre anni.

Requisiti generali richiesti

A) iscrizione, al momento della domanda, al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati da non più di dieci anni;

B) inesistenza di giudizi in corso contro la Regione Lazio ed organismi da essa partecipati, sia in proprio sia in qualità di difensore di terzi;

C) assenza di situazioni di reale conflitto di interessi personale con la Regione Lazio, avuto riguardo anche all’associazione professionale, società di professionisti e/o studio legale di cui eventualmente si faccia parte;

D) assenza di provvedimenti disciplinari irrogati da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati;

E) non aver riportato condanne in giudizi contabili o penali per delitto non colposo, anche se siano stati concessi amnistie, condono e perdono giudiziale;

F) non aver procedimenti contabili o penali pendenti a proprio carico.

Domanda e termine di presentazione

La domanda di inserimento nella Lista dovrà essere presentata alla Regione Lazio, esclusivamente via pec all’indirizzo avvocatura@regione.lazio.legalmail.it, entro il termine perentorio del 24 dicembre 2018. Saranno escluse le domande presentate secondo modalità diverse da quelle sopra stabilite ovvero inviate oltre il termine perentorio stabilito. La domanda dovrà essere presentata esclusivamente per un unico Circondario, vale a dire quello di appartenenza tenendo conto del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati al quale l’istante è iscritto.

Nella domanda il candidato, sotto la propria responsabilità ed ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, dovrà fornire i seguenti elementi:

dati anagrafici;

dati relativi al diploma di laurea conseguito (indicando, a pena di esclusione, il voto di laurea, nonché quello riportato negli esami di Istituzioni di diritto privato, Diritto Civile, Diritto Commerciale, Diritto del Lavoro e Diritto Processuale Civile);

2 dati relativi all’iscrizione all’albo professionale e all’albo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di attuale appartenenza, specificando la data di iscrizione (non verranno prese in considerazione le domande di coloro che risultano avere come prima iscrizione una anzianità superiore ai dieci anni, prendendosi a riferimento la data di adozione della determina di approvazione del presente Avviso);

residenza anagrafica; recapiti (indicare anche gli indirizzi telematici, mail e pec);

curriculum professionale.

Il candidato, sempre sotto la propria personale responsabilità ed ai sensi delle norme sopra richiamate, dovrà inoltre rendere le seguenti dichiarazioni:

di essere in possesso delle competenze in materia di diritto civile, commerciale, del lavoro e processuale civile;

di non avere giudizi in corso contro la Regione ed organismi da essa partecipati, né in proprio né in qualità di difensore di terzi;

di non trovarsi in situazioni di reale conflitto di interessi personale con la Regione, avuto riguardo anche all’associazione professionale, società di professionisti e/o studio legale di cui eventualmente faccia parte;

di non aver riportato condanne in giudizi contabili o penali per delitto non colposo, anche se siano stati concessi amnistie, condono e perdono giudiziale;

di non aver procedimenti contabili o penali pendenti a proprio carico;

 di non aver mai subito provvedimenti disciplinari da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati;

di essere titolare di polizza assicurativa professionale in corso per la copertura dei rischi derivanti dall’esercizio dell’attività professionale, assumendo l’impegno a mantenere la copertura per tutto il periodo di iscrizione nelle Liste;

di assumere l’impegno a non esercitare attività di concorrenza nei confronti della Regione Lazio e degli organismi da essa partecipati, per tutta la durata di validità della lista e nei due anni successivi alla cessazione della eventuale collaborazione;

di essere consapevole del fatto che l’eventuale inserimento nella Lista degli avvocati domiciliatari e sostituti di udienza non fa sorgere in capo al richiedente alcun diritto all’affidamento degli incarichi di cui trattasi, né costituisce per la Regione o per gli avvocati della Avvocatura della Regione Lazio alcun obbligo di affidare in concreto gli affari legali;

di essere consapevole del carattere fiduciario dell’eventuale incarico e di accettare che l’eventuale inserimento del proprio nominativo nella Lista dei domiciliatari e/o sostituti di udienza possa essere discrezionalmente eliminato, annullato e/o revocato dal Coordinatore dell’Avvocatura della Regione Lazio in qualsiasi momento e senza preavviso;

3 di essere consapevole e di accettare che l’inserimento nella Lista di cui trattasi verrà a cessare dopo tre anni dalla prima formazione della Lista stessa, ovvero anticipatamente in qualsiasi momento a seguito di espressa rinuncia del dichiarante;

 di essere consapevole, di riconoscere e di accettare che l’eventuale inserimento nelle Liste Circondariali non costituisce giudizio di idoneità e non dà luogo a graduatorie di merito né radica il diritto a ricevere il conferimento di incarichi;

di accettare che la Regione Lazio proceda ad idonei controlli per accertare la veridicità di quanto esposto e dichiarato nella domanda. Nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni penali previste dall’articolo 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Non è ammessa la presentazione di domande da parte di più candidati che, seppur non facciano parte di un’Associazione professionale, condividano comunque lo stesso Studio legale, ancorché con gestione autonoma e separata delle attività.

5. Alla domanda dovrà essere allegato, a pena di irricevibilità della stessa, un curriculum vitae redatto nel formato europeo (in file con formato .pdf).

6. L’interessato, solo ed esclusivamente su richiesta dell’Avvocatura della Regione Lazio, inviata all’indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) indicato nella domanda, dovrà obbligatoriamente far pervenire le integrazioni, nei termini richiesti, pena l’esclusione dalla procedura. Liste Circondariali Le liste verranno elaborate per i seguenti Circondari e limitatamente ai posti di seguito indicati: Cassino (posti 5) Civitavecchia (posti 5) Frosinone (posti 8) Latina (posti 8) Rieti (posti 8) Tivoli (posti 3) Velletri (posti 3) Viterbo (posti 8)

Dopo verifica amministrativa della regolarità e della completezza della domanda e dell’inesistenza di cause di incompatibilità e di situazioni di conflitto di interessi, apposita Commissione istituita presso l’Avvocatura della Regione Lazio procederà alla valutazione delle domande sulla base dei soli seguenti criteri:

a) voto di laurea (la lode attribuirà un punto in più);

b) media dei voti riportati negli esami universitari di Istituzioni di diritto privato, Diritto Civile, Diritto Commerciale, Diritto del Lavoro e Diritto Processuale Civile (la lode attribuirà un punto in più);

c) Anzianità di iscrizione all’Albo: un punto per ogni anno, con un massimo di 5 punti totali. La somma dei punteggi (quello del voto di laurea, quello risultante dalla media dei cinque esami citati nonché quello relativo all’anzianità di iscrizione) costituirà il totale in base al quale si stilerà la graduatoria di merito. In caso di esami sostenuti in due parti distinte e con voti separati si dovrà indicare la media dei due voti ottenuti. In considerazione del fatto che il numero dei candidati può ben essere superiore a quello dei posti disponibili, si stabilisce che in caso di eventuale parità di punteggio totale si accorderà la preferenza al candidato con minore età anagrafica.

4 Conferimento degli incarichi

L’inserimento delle liste circondariali non dà luogo ad alcun diritto soggettivo ad ottenere il conferimento degli incarichi né può dar vita a pretese di indennizzo per perdita di chanches, per preteso ridotto numero di incarichi. L’Avvocatura della Regione Lazio si riserva la facoltà di procedere alla revoca, totale o parziale, dell’Avviso, per sopravvenuti motivi di interesse pubblico, ovvero di decidere di non attingere in futuro alle liste circondariali in qualsiasi momento lo ritenga anche solo opportuno. Trattamento dei dati personali L’informativa sul trattamento dei dati personali, resa ai sensi degli artt. 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679, è pubblicata, consultabile e scaricabile sul sito istituzionale dell’ente al seguente link: http://www.regione.lazio.it/rl_main/?vw=contenutinosxDettaglio&id=50

Informazioni Le informazioni relative alla presente procedura potranno essere richieste al seguente indirizzo telematico: avvocatura@regione.lazio.legalmail.it

Responsabile del procedimento

L’unità organizzativa responsabile del procedimento è l’Avvocatura Regionale della Regione Lazio. Il responsabile del procedimento è l’Avvocato Coordinatore pro tempore. L’AVVOCATO COORDINATORE AVV. RODOLFO MURRA

5 Schema di domanda

Alla Regione Lazio Avvocatura Via pec a: avvocatura@regione.lazio.legalmail.it

Il sottoscritto (cognome) ………………………………(nome) ………………………. nato a ……………….. il ………………………, cittadinanza…………………………………., residente in ……………, Via …………………………………. N. …., in qualità di Avvocato iscritto all’Albo tenuto dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di …………………………

FA ISTANZA

per partecipare alla selezione di cui all’Avviso pubblico approvato con determinazione della Regione Lazio n. ………….. del ……………. allo scopo di ottenere l’iscrizione nella Lista dei domiciliatari, fiduciari della Regione Lazio, relativamente al Circondario di ………………………………………….. A tal fine dichiara, sotto la propria responsabilità ex artt. 46 e 47 del DPR n. 445 del 2000, e consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del medesimo DPR, in caso di dichiarazioni mendaci e di formazione e uso di atti falsi, ciò che segue:

di aver conseguito il diploma di Laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di ………….. in data …………….. Il voto di laurea conseguito è stato: ………………..

Di aver altresì conseguito la votazione seguente nei singoli esami universitari relativi: Istituzioni di diritto privato: Diritto Civile: Diritto Commerciale: Diritto del Lavoro: Diritto Processuale Civile:

di essere iscritto all’albo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Civitavecchia, da meno di dieci anni, vale a dire dalla data del ………….., con il numero …………….

di essere in possesso delle competenze necessarie in materia di diritto civile, commerciale, del lavoro e processuale civile;

di non avere giudizi in corso contro la Regione ed organismi da essa partecipati, né in proprio né in qualità di difensore di terzi;

di non trovarsi in situazioni di reale conflitto di interessi personale con la Regione, avuto riguardo anche all’associazione professionale, società di professionisti e/o studio legale di cui eventualmente faccia parte;

di non aver riportato condanne in giudizi contabili o penali per delitto non colposo, anche se siano stati concessi amnistie, condono e perdono giudiziale;

di non aver procedimenti contabili o penali pendenti a proprio carico;

6  di non aver mai subito provvedimenti disciplinari da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati;

di essere titolare di polizza assicurativa professionale in corso per la copertura dei rischi derivanti dall’esercizio dell’attività professionale stipulata il ………. con ………….. avente numero ……….., con scadenza il ………….., assumendo l’impegno a mantenere la copertura per tutto il periodo di iscrizione nelle Liste;

di assumere l’impegno a non esercitare attività di concorrenza nei confronti della Regione Lazio e degli organismi da essa partecipati, per tutta la durata di validità della lista e nei due anni successivi alla cessazione della eventuale collaborazione;

di essere consapevole del fatto che l’eventuale inserimento nella Lista degli avvocati domiciliatari e sostituti di udienza non fa sorgere in capo al richiedente alcun diritto all’affidamento degli incarichi di cui trattasi, né costituisce per la Regione o per gli avvocati della Avvocatura della Regione Lazio alcun obbligo di affidare in concreto gli affari legali;

di essere consapevole del carattere fiduciario dell’eventuale incarico e di accettare che l’eventuale inserimento del proprio nominativo nella Lista dei domiciliatari e/o sostituti di udienza possa essere discrezionalmente eliminato, annullato e/o revocato dal Coordinatore dell’Avvocatura della Regione Lazio in qualsiasi momento e senza preavviso, fermo restando l’obbligo motivazionale;

di essere consapevole e di accettare che l’inserimento nella Lista di cui trattasi verrà a cessare dopo tre anni dalla prima formazione della Lista stessa, ovvero anticipatamente in qualsiasi momento a seguito di espressa rinuncia del dichiarante;

 di essere consapevole, di riconoscere e di accettare che l’eventuale inserimento nelle Liste Circondariali non costituisce giudizio di idoneità e non dà luogo a graduatorie di merito né radica il diritto a ricevere il conferimento di incarichi;

di accettare che la Regione Lazio proceda ad idonei controlli per accertare la veridicità di quanto esposto e dichiarato nella domanda.

Indica come propri recapiti, anche per ricevere eventuali comunicazioni relative alla procedura, i seguenti:

Indirizzo dello Studio Legale: Telefono dello Studio Legale: Indirizzo Mail: Indirizzo Pec:

Allega alla domanda: – il proprio curriculum vitae redatto nel formato europeo (in file con formato .pdf); – copia del proprio documento di identità in corso di validità. L’istante, letta l’informativa riportata sul sito internet della Regione Lazio, autorizza la raccolta ed il trattamento dei propri dati personali ai fini dello svolgimento della procedura di cui alla presente istanza.

Data Firma